Widget Image
Widget Image
Questo magazine nasce dalla voglia di comunicare e preservare la nostra passione per l’esistenza dello stile dando valore alla conoscenza, l’innovazione abbinata a nuove forme di bellezza.

Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam
[contact-form-7 404 "Not Found"]

We Invent the future.

A gennaio da Fremont la notizia dell’ultimo riconoscimento per Royole, giovane industria americana all’avanguardia nel settore delle tecnologie. La società californiana ha ottenuto la nomina ad un altro CES 2017 ‘Innovation Awards Honoree’ nella categoria del fitness, dello sport e delle biotecnologie per il suo ‘smart cycling backpack’ e, ancora, nella categoria whearable technology per il prototipo ‘FlexPhone’.

 

Un traguardo importante per l’azienda americana, ma non la coglie di certo di sorpresa: già in passato Royole aveva ricevuto gratificazioni analoghe per l’innovativo dispositivo mobile teatrale 3D ‘Moon’.

Ma vediamo ora più da vicino questi due piccoli prodigi della tecnologia d’avanguardia.

Lo zaino da ciclista ‘smart cycling backpack’ dispone di una griglia di visualizzazione a LED inserita nel pannello posteriore e di sensori per il controllo del display contenuti all’interno della tessuto. Ben sanno gli appassionati della bicicletta come una corretta segnalazione e illuminazione da parte del pilota sia fondamentale per l’esercizio di questa attività in piena sicurezza. Ecco, dunque, l’importanza dei sensori integrati che rimuovono la necessità di accessori esterni per controllare l’illuminazione, riducendo il rischio di rottura o guasti di componenti terzi. Lo ‘smart cycling backpack’ non è solo pratico e funzionale, è anche bello e compatto, concepito secondo uno stile snello e pulito.

Uno concetto stilistico che si ritrova perfettamente anche all’interno del ‘FlexPhone’, il primo prototipo di smartphone a incorporare un display Royole a colori perfettamente flessibile. Da rigido il ‘FlexPhone’ funziona come un normale smartphone, se in modalità ‘flessibile’, invece, può essere arrotolato direttamente al polso. Spesso appena 6 mm e con un peso di soli 100 g il ‘FlexPhone’ dispone di connettività 3g e funziona da sistema operativo Android.

Entrambi i prodotti sono piccoli gioielli dell’industria tecnologica dei nostri anni e, se vogliamo, rappresentano in maniera coerente la filosofia Royole secondo cui: ‘We don’t predict the future, we invent the future’.

Author: Demetrio Baffa trasci Amalfitani

www.royole.com

Post a comment