Widget Image
Widget Image
Questo magazine nasce dalla voglia di comunicare e preservare la nostra passione per l’esistenza dello stile dando valore alla conoscenza, l’innovazione abbinata a nuove forme di bellezza.

Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Storia di una passione

ICONIC GOLF | Emanuele Melani

Il viaggio che ha portato il Golf Club Bergamo “L’Albenza” ad essere riconosciuto come uno dei più prestigiosi circoli golfistici a livello nazionale inizia alla fine degli anni ’50, da un’idea di Cesare Magnetti.

L’industriale bergamasco fu il primo ad intuire la possibilità di realizzare un percorso di Golf nell’area compresa tra Barzana e Almenno San Bartolomeo, circoscritta dalle valli dell’Imagna e del Brembo, a sud delle Prealpi Orobiche.

 

 

Spinto dal desiderio di offrire agli appassionati un campo di livello significativo, simile a quelli già diffusi nel Regno Unito, ove praticare lo sport a loro caro, Magnetti si impegnò in prima persona nella ricerca dell’area ideale alla sua realizzazione; dopo un’accurata selezione, la individuò in una zona dalla vegetazione rigogliosa e densa di avvallamenti naturali, estesa per oltre 85 ettari, sita ai piedi delle Prealpi, che subito apparve ai suoi occhi come la perfetta soluzione per il suo progetto.

Così, coinvolgendo altri amici e figure illustri della città di Bergamo (tra le quali la famiglia Legler, il Commendatore Martino Marzoli, il Cavaliere Vincenzo Polli e gli Ingegneri Carlo Coltri e Carlo Pesenti), Cesare Magnetti riuscì a raccogliere i finanziamenti necessari alla costruzione del Golf Club Bergamo che, dopo due anni di intenso ed appassionato lavoro, venne inaugurato il giorno di Pasqua del 1961.

L’opera, definita dal genio londinese del prestigioso Studio Cotton&Sutton, ha donato all’Albenza fairway altamente tecnici che sfruttano appieno la morfologia e le risorse naturali del territorio: i due architetti britannici hanno realizzato un percorso affascinante ed impegnativo, caratterizzato dalla presenza di diversi tee sopraelevati e da un’equilibrata distribuzione di ostacoli d’acqua e bunker.

Successivamente, nel 1988, il tracciato dell’Albenza è stato arricchito con ulteriori nove buche, dedicate alla figura del Presidente Cesare Magnetti ed identificate come “Percorso Rosso”, realizzate grazie al progetto dei noti Tom Linskey (Direttore della Scuola Nazionale della Federgolf tra il 1981 e il 1984) e Marco Croze.

 

 

Grazie alla qualità del suo percorso ed all’elevato livello dei suoi servizi, il Golf di Bergamo è considerato, da sempre, un punto di riferimento a livello nazionale da tutti coloro che amano praticare lo sport a loro caro sui green che hanno visto nascere la meravigliosa storia di Costantino Rocca, il più grande campione della storia del Golf italiano.La Club House, progettata dall’architetto Sandro Angelini, rappresenta un incontro perfetto tra tradizione e modernità.

Essa ospita, al suo interno, l’elegante sala ristorante, il bar, ampi spogliatoi, sale gioco, una palestra e la sala massaggi; di particolare bellezza sono i grandi saloni con ampie vetrate affacciate direttamente sul percorso, ed i muri esterni, realizzati, secondo l’antico costume delle valli orobiche, in ciottolo e ferro battuto, a testimonianza del legame mai dissolto con la cultura locale.

In occasione dell’Open d’Italia del 1996 si è proceduto all’arricchimento della struttura attraverso la costruzione del nuovo locale sacche e del Pro Shop, posti nella zona prospiciente la Club House, e realizzati al fine di incrementare ulteriormente la qualità dei servizi offerti a Soci ed Ospiti.

 

 

Con il medesimo scopo sono state successivamente create le due piscine e le sale destinate al gioco delle carte. Il desiderio del Circolo di trasmettere la passione per questo meraviglioso sport anche alle nuove generazioni, ha portato alla fine degli anni ’90 alla realizzazione del cosiddetto “Clubbino”, al quale, ogni anno, aderiscono numerosi giovani golfisti e ragazzi desiderosi di un primo contatto con questo gioco.

Il 2011 ha sancito i primi 50 anni di attività del Golf Club Bergamo “L’Albenza”, ieri sogno di Cesare Magnetti e oggi realtà golfistica caratterizzata da eleganza, competenza e passione per uno degli sport più affascinanti e avvincenti del mondo.

Web: www.golfbergamo.club

Post a comment