Widget Image
Widget Image
Questo magazine nasce dalla voglia di comunicare e preservare la nostra passione per l’esistenza dello stile dando valore alla conoscenza, l’innovazione abbinata a nuove forme di bellezza.

Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Icons

“L’esclusività è raggiunta con la costante ricerca di quello che non facilmente è reperibile da chi non lavora nel settore; riteniamo che il lavoro del gallerista sia simile a quello di un oleodotto, ovvero spostare opere d’arte nello spazio e nel tempo”.

DEODATO ARTE, fondata nel 2001, è la galleria d’arte contemporanea sita nel district design meneghino, via Santa Marta civico 6, punto di riferimento di collezionisti che ricercano “… un contenuto di valore affinché chi ci segue possa valutare di far propria qualche opera d’arte, in base ai suoi tempi, spazi e possibilità”. Un’area di estrosità in cui sprofondarsi in un’esperienza plurisensoriale, concretizzabile il prossimo 14 giugno con un vernissage esclusivo per la celebrazione della mostra “ICONS, ULTIME TENDENzE NEOPOP” curata da Christian Gangitano, aperta al pubblico fino al 29 luglio 2017.

Dai maestri della pop art fino all’abbattimento delle barriere tra fine-art e arti minori, a favore di un’arte per tutti. L’arte neopop trae linfa dall’abilità di veicolare fin da sempre, messaggi costellati di valori etici, sociali, attraverso una sottintesa analisi critica della società contemporanea, trasformandoli in icone dal forte impatto emozionale, da qui il titolo ICONS.

Un focus dedicato ai super eroi dei fumetti di Massimo Giacon e dei suoi “campionamenti di icone comics” ai quali ogni artista proveniente dalla contro-cultura aspira come modello, Marco Lodola che, tra i primi artisti pop italiani, ha saputo intuire e cogliere con i suoi “light box” il fascino dei super eroi e Pao con i suoi famosi pinguini provenienti dalla cultura street art e urban decor, mentre Cardena riprende un’altra creatura zoomorfa e super-contemporanea. Ad affiancarsi, le ultime tendenze “neopop” di Mr Brainwash, celebre per le sue collaborazioni con il grande Banksy e ancora, le opere di Mr Savethewall e dell’artista statunitense, affermato esponente dell’arte di strada, Shepard Fairey, noto come Obey.

Nel soggetto “Watermelon sutra” di Matteo Guarnaccia, troviamo componenti e memorie che si riferiscono proprio agli anni nei quali questi “eroi”, nuovi miti e leggende, sono stati creati e lanciati, per giungere al salvifico neo-primitivismo nell’ “art brut” di Keith Haring, fino alla cultura asiatica con i “manga” e le “anime”, campionati e rielaborati da Giacon nel soggetto “Manga Heroes Mix”, ribadito anche attraverso le opere del grande maestro Takashi Murakami. Le icone di largo consumo sono sintetizzate da Tomoko Nagao, discepola di Murakami e Nara, ed esponente della corrente Superflat giapponese, tra file vettoriali e tecnologici, stencil art e pittura.

“Un’artista è una persona che produce cose di cui la gente non ha bisogno, ma che lui, per qualche ragione, pensa sia buona idea dar loro” (Andy Warhol)

Autore: Asia Bernardini

 

Post a comment