Widget Image
Widget Image
Questo magazine nasce dalla voglia di comunicare e preservare la nostra passione per l’esistenza dello stile dando valore alla conoscenza, l’innovazione abbinata a nuove forme di bellezza.

Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Com’era, Com’è, Come potrebbe essere

ICONIC HOTEL | Delfina Remi

“Com’ era, Com’ è, Come potrebbe essere” sarà il tema della decima edizione del Villa d’Este Wine Symposium, incontro irrinunciabile per la filiera vitivinicola organizzata in collaborazione con François Mauss, co-fondatore dell’evento.

All’interno della splendida cornice autunnale di Villa d’Este, l’evento celebrerà una doppia ricorrenza, dieci anni dalla sua prima edizione e i 450 anni dalla costruzione dell’Hotel, attraverso un viaggio alla scoperta di quella che per molti, è considerata la patria del vino: la Georgia. Un racconto che prende le sue forme dall’origine della produzione vinicola ed il suo sviluppo fino al giorno d’oggi, attraverso tre seminari, il primo condotto da David Lordkipanidze, famoso antropologo e archeologo georgiano, che esplorerà il passato della Georgia; a seguire uno sguardo al presente con Jean Robert Pitte, studioso francese, attraverso un’analisi culturale, sociale, commerciale e agricola del mondo vitivinicolo attuale; in conclusione verrà data particolare attenzione al futuro di questo settore.

Un programma ricco di workshops, sessioni di degustazione libere nella Sala Impero; interludi musicali; lezioni di cucina; Degustazioni di Prestigio, Degustazione al buio con il rinomato Cabernet Sauvignon, mentre, per la prima volta in assoluto vedrà la partecipazione a questo evento del Dom Perignon, una degustazione di grande prestigio condotta dal maestro di cantina, Richard Geoffroy con una straordinaria selezione, costituita dalle sue annate più antiche. Infine, un’indimenticabile dimostrazione comparativa. Romanée Saint-Vivant e Romanée Conti fianco a fianco nelle annate: 2009, 1999, 1990, 1980 ed il raro 1971. Iniziando con un Vosne-Romanée Premier Cru 2008 e concludendo con un Montrachet del 2003.

A chiosa di questa unica edizione del Villa d’Este Wine Symposium LVMH, proprietario di numerosi vigneti come Krug, Moët & Chandon e Château d’Yquem, presenterà il suo nuovissimo progetto in Cina, i vigneti di Ao Yun.

Web: villadeste.com

 

 

 

 

Post a comment