Widget Image
Widget Image
Questo magazine nasce dalla voglia di comunicare e preservare la nostra passione per l’esistenza dello stile dando valore alla conoscenza, l’innovazione abbinata a nuove forme di bellezza.

Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Preziosità d’istanti

ICONIC JEWELS | Chiara Melani

Avvocato per formazione, imprenditrice per predilezione, creativa per dono. Licia Mattioli, comincia ad affermarsi imponendo la presenza dei propri gioielli in più di trenta Paesi da quando, alla fine del 1995, la famiglia Mattioli acquisisce l’Antica Ditta Marchisio, lo storico laboratorio orafo artigianale di Torino, e avvia un processo di rinnovamento dell’azienda.

Nasce il marchio Mattioli e così quelle perline di vetro e plastica mutarono in oro e pietre preziose. “Sono stata a lungo in reparto per apprendere i metodi di fusione e poi della produzione”, prosegue Licia Mattioli. Una passione che finalmente si rivela e trova la sua energia nello studio dei vecchi archivi per entrare nel profondo della storia dell’azienda, “Ne scopro il corpo e l’anima e decido che quella è la mia strada”.

Oreficeria classica in oro e creazioni con pietre preziose o dure, anche molti pezzi unici, “Fin dall’inizio abbiamo cercato di portare innovazione in un capo molto statico, ancorato a processi e materiali desueti, per questo cominciammo a sperimentare.

          

 

Per prima cosa abbiamo introdotto le madreperle per avere la possibilità di poter dialogare con una palette cromatica peculiare. Ricordo ancora la reazione di uno stimato gioielliere italiano che mi disse, “Cosa hai fatto? Hai messo i bottoni nelle collane?”… Però adesso quei “bottoni” li mettono tutti!”.

Antesignana di tendenze, spaziando dal ferro alle pietre rare, “abbiamo cercato di mettere in Mattioli, materiali che giungevano da settori diversi”, fino ad approdare ad una delle sue massime espressioni creative con la collection ‘Tibet’, un must have del brand. Ispirato all’anello che le madri tibetane regalano alle figlie quando si sposano: ogni giro di filo è un anno di felicità.

“Tibet ha riscosso un grande successo fin dalla sua prima presentazione nel mercato, ormai più di vent’anni fa.

È una storia straordinaria, un augurio di bene e di prosperità e insieme un invito alla meditazione sul divenire delle cose, che rende prezioso ogni momento. Per questo, sulla tradizione dei fili che si inseguono, alla prossima edizione della fiera dei gioielli di Basilea, presenteremo la reinterpretazione del classico modello, che si evolve in una forma più ellittica, con la presenza anche, in alcuni pezzi speciali, di brillanti che fluiscono in un eterno generare.

Come lo scorrere della vita su un filo”, un importante appuntamento preceduto, in data 21 marzo, dalla presentazione della capsule collection presso la boutique di Roma, “Candy”, ispirata al mondo della caramelle attraverso le pietre cabochon per nuance confetto.

Arte, natura, e viaggi, per delineare e adornare la donna Mattioli, dinamica ma femminile, sofisticata ma flessibile, interprete dello spirito contemporaneo: dai bracciali alle celebri catene, per uno tocco unico ed ineffabile.

 

Post a comment